TrapanIncontra – Rassegna letteraria – Quarta edizione

Prende il via il prossimo 1 luglio la quarta edizione di “TrapanIncontra”, la rassegna letteraria curata dallo scrittore Giacomo Pilati, organizzata dal Comune di Trapani e dalla Biblioteca Fardelliana. Sette appuntamenti incastonati nella cornice liberty della Casina delle Palme, con inizio alle 19.00.
Si comincia con Luciano Mirone, giornalista d’inchiesta, scrittore, direttore del quotidiano “L’Informazione”, già fondatore del periodico “Lo Scarabeo” racconta in “Itaca” un viaggio nel cuore della Sicilia, il cambiamento di una terra metafora della mutazione antropologica del Paese. Il 9 luglio, Matteo Saudino, ideatore e autore di “BarbaSophia”, il canale YouTube di filosofia e storia più seguito d’Italia, presenta “Ribellarsi con filosofia“, dieci filosofi per dieci atti di ribellione, raccontati tra realtà e finzione. Il 14 luglio Stefano Carletti, Andrea Alpini e Ninni Ravazza raccontano i loro libri e il loro mare. Sessant’anni di avventure subacquee narrate da tre generazioni di sommozzatori, scrittori e documentaristi. Il 21 luglio Safiria Leccese, inviata di Studio Aperto, Tg4 e Tgcom 24, conduttrice del programma record di ascolti di Rete 4 “La strada dei miracoli”, presenta “La ricchezza del bene”, dieci imprenditori che hanno fatto dell’azienda un modello di bontà. Il 25 luglio Marco Follini, già Deputato, Senatore e vicepresidente del Consiglio, in “Via Savoia. Il labirinto di Aldo Moro” disegna la parabola umana e politica di Aldo Moro. Un animo tormentato e fragile, che non è stato mai rivelato. Il 5 agosto, con inizio alle 21:30, Antonio Caprarica, storico corrispondente Rai da Londra, e il suo “William & Harry” svela i retroscena del controverso rapporto dei due giovani reali, da inseparabili a nemici. Chiude la rassegna il 9 agosto Nadia Terranova, una delle voci più apprezzate della letteratura italiana di oggi, che propone il suo ultimo best seller “Trema la notte”, un romanzo che si svolge sullo sfondo del più devastante terremoto mai avvenuto in Europa che nel 1908 ha raso al suolo Messina e Reggio Calabria.
“La quarta edizione della rassegna Trapanincontra conferma l’elevato livello culturale di una manifestazione ormai consolidata ed apprezzata dalla cittadinanza – dichiarano il Sindaco Tranchida e l’Assessore d’Alì – con la presenza di numerosi autori di fama nazionale. Trapani si conferma “Città che legge” e siamo certi che non mancherà l’affetto del pubblico”.

A caccia del libro andiamo! – Incontri di lettura ad alta voce “Nati per Leggere”

Ritornano a Trapani gli incontri di lettura ad alta voce “Nati per Leggere” con una rassegna dal titolo A caccia del libro andiamo!”.

L’evento è organizzato dalla Biblioteca Fardelliana e dalle volontarie del gruppo NpL di Trapani in collaborazione con il Comune di Trapani, il Centro sociale “Nino Via”, la Libreria del Corso, il Museo di arte contemporanea San Rocco e il Museo Regionale “Agostino Pepoli”.

In programma cinque appuntamenti, dove le bibliotecarie e le volontarie del gruppo NpL di Trapani accompagneranno i bambini e le bambine dai 3 ai 6 anni e le loro famiglie in una grande avventura alla scoperta di tante emozionanti e divertenti storie. Gli incontri si terranno il sabato alle 10.30 in diversi luoghi della nostra città.

Di seguito il programma :

  • sabato 21 maggio, ore 10.30 – Libreria del Corso;
  • sabato 28 maggio, ore 10.30 – Museo Regionale “Agostino Pepoli”;
  • sabato 11 giugno, ore 10.30 – Centro sociale “Nino Via”;
  • sabato 18 giugno, ore 10.30 – Museo di Arte Contemporanea San Rocco;
  • sabato 25 giugno, ore 10.30 – Chiostro di San Domenico.

Questi incontri di lettura fanno parte delle attività del progetto NpL del Comune di Trapani, che aderisce all’omonimo programma nazionale di promozione della lettura in famiglia ai bambini di età prescolare ed è promosso dall’AIB (Associazione Italiana Biblioteche), dall’ACP (Associazione Culturale Pediatri) e dal CSB (Centro per la Salute del Bambino). Nati per Leggere ha l’obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita, perché leggere con una certa continuità ai bambini ha una positiva influenza sul loro sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo e relazionale, con effetti significativi per tutta la vita adulta.

La partecipazione è consentita a un massimo di 20 bambini più un accompagnatore. L’ingresso è gratuito ma è obbligatorio prenotarsi contattando la Biblioteca Fardelliana al numero 0923.21540 o via e-mail a: agata.giuliano@bibliotecafardelliana.it specificando nome, cognome, età del bambino e recapito telefonico.

Per svolgere gli incontri in serenità e in sicurezza si invitano i partecipanti a portare con sé il proprio tappetino o cuscino per sedersi e agli adulti si raccomanda l’uso della mascherina.

Vi aspettiamo per leggere, ascoltare, ridere e … scoprire insieme!!!

La Biblioteca Fardelliana di Trapani aderisce all’edicola digitale MLOL: un servizio innovativo e gratuito per il territorio

La Biblioteca Fardelliana di Trapani amplia i propri servizi aderendo all’edicola digitale MLOL (Media Library OnLine), una piattaforma che comprende oltre 7.000 quotidiani e riviste da 90 paesi in 40 lingue, consultabili gratuitamente da più utenti contemporaneamente, in versione digitale da computer, tablet e smartphone.
All’interno dell’edicola digitale si trova anche una collezione OPEN con 2.000.000 risorse tra registrazioni musicali, spartiti musicali, ebook, film, audiolibri, immagini, videogiochi.
Il servizio è assolutamente gratuito per gli utenti ed è stato attivato grazie alla collaborazione con il Comune di Trapani, la Soprintendenza per i Beni Culturali di Trapani e la Rete delle Biblioteche della provincia di Trapani.
Per accedere è necessario essere iscritti alla Biblioteca Fardelliana e avere la residenza o il domicilio in uno dei comuni della provincia di Trapani, anche per i cittadini di nazionalità straniera.
Per farsi autenticare basta inviare un’e-mail a  fardelliana.prestito@bibliotecafardelliana.it,  indicando nell’oggetto “Pre-Registrazione Edicola digitale”. Dopo la richiesta di attivazione, l’utente riceverà un’e-mail con username e password e le istruzioni per accedere al portale.
Se non si è iscritti alla Biblioteca Fardelliana, si possono ottenere l’iscrizione e le credenziali di accesso all’Edicola Digitale MLOL recandosi in biblioteca, o richiedendo comunque la pre-registrazione (come precedentemente definito) ed entro i due mesi dall’attivazione del servizio, completare la registrazione presso la sede della Biblioteca Fardelliana, sita in Largo San Giacomo 18, a Trapani.
Per accedere al portale sarà necessario collegarsi all’indirizzo: www.medialibrary.it/home/index.aspx, inserire il nome della Biblioteca Fardelliana e le credenziali di accesso.
“L’apertura dei nuovi servizi digitali per la nostra Biblioteca – spiega   Margherita Giacalone, direttrice della Biblioteca Fardelliana – è una conferma della voglia di questa istituzione di rimanere al passo con i tempi, offrendo servizi innovativi alla comunità che la frequenta. La Biblioteca – prosegue – vuole essere un’eccellenza che consolida la propria forza e qualità”.
“Una bellissima opportunità. L’impegno del Comune di Trapani e della Biblioteca Fardelliana prosegue nel cercare di offrire servizi migliori, lavorando in sinergia con la Soprintendenza per i beni culturali di Trapani, per l’utenza del nostro territorio che ha desiderio di lettura. MLOL è un servizio gratuito per i cittadini, un incentivo alla lettura dei quotidiani e degli e-book, un’ottima risorsa per leggere di cronaca, sport, politica. Un ringraziamento particolare va alla direttrice Margherita Giacalone della Biblioteca Fardelliana, per l’impegno profuso, al Soprintendente dei Beni Culturali e Ambientali della provincia di Trapani Girolama Fontana e a Renato Alongi della Rete Bibliotecaria regionale BibloTp”, così affermano Giacomo Tranchida, sindaco del Comune di Trapani e  Rosalia d’Alì, assessore alla cultura del Comune di Trapani.
“Con il progetto dell’Edicola digitale si conferma e si consolida la collaborazione istituzionale fra la Soprintendenza per i beni culturali di Trapani, la Biblioteca Fardelliana ed il Comune di Trapani.  A seguito del lockdown, le biblioteche di pubblica lettura associate alla rete BiblioTP referente del Polo di Trapani del Servizio Bibliotecario Nazionale, ed a cui è associata anche la Biblioteca Fardelliana, hanno intrapreso un percorso virtuoso aprendo a nuovi servizi e strumenti digitali. Le biblioteche, da luogo di consultazione e prestito fisico di libri, oggi diventano nuovi hub culturali a cui integrare altre azioni e attività attraverso le quali rispondere agli utenti ed in particolare alle nuove generazioni dei nativi digitali. Il nuovo servizio di Edicola digitale della Fardelliana, si integra con il portale web della Rete bibliotecaria BiblioTP, attraverso cui è possibile consultare ad accesso libero il catalogo online con oltre 400.000 notizie bibliografiche delle 30 biblioteche di pubblica lettura aderenti in provincia di Trapani”, così conclude Girolama Fontana, Soprintendente per i beni culturali di Trapani.
Per maggiori informazioni su come accedere: info Edicola digitale

Riferite ciò che avete visto – Presentazione del libro di Francesco Mercadante – Biblioteca Fardelliana, 23 dicembre 2021 ore 17.00

Giovedì 22 dicembre 2021 ore 17.00, presso la Sala Torre Arsa della Biblioteca Fardelliana, si terrà la presentazione del libro “Riferite ciò che avete visto” di Frabcesco Mercadante. Evento organizzato dall’Associazione socio-culturale “Simona Genco”, relatore prof.ssa Simona Cavallaro e moderatore dott.ssa Anna Marra.

Riferite ciò che avete visto – Independently published

Io non sono un poeta e diffido chiunque si accinga a leggere queste righe dall’attribuirmi un titolo che non merito. Leopardi, Celan, Rilke, Montale et alii: se sono poeti loro, di certo non posso esserlo io (…) Nello stesso tempo, non sono uno scrittore; non lo sono né potrei esserlo perché l’appellativo, quantunque riconosciuto dai più come merito, mi costringerebbe a girovagare tra i mercati del mondo a sedurre compratori d’ogni genere e specie. Mann, Dostoevskij, Pirandello, Calvino et alii: se sono scrittori loro, di certo non posso esserlo io (…) Se fossi stato sufficientemente coraggioso e risoluto, avrei fatto il medico; sarei diventato uno di quei medici che vanno per le vie del mondo a sottrarre gli uomini alla morte o per lo meno a difenderli da essa.

Vi aspettiamo giovedì 23 dicembre 2021 ore 17.00.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. E’ necessario esibire il green pass.

Matteo Messina Denaro, latitante di Stato – Presentazione del libro inchiesta di Marco Bova – Biblioteca Fardelliana, 18 dicembre ore 18.00

Sabato 18 dicembre 2021 ore 18.00, presso la Sala Torre Arsa della Biblioteca Fardelliana, si terrà la presentazione del libro “Matteo Messina Denaro, latitante di Stato. Magistratura, forze dell’ordine, massoneria: tutta la verità sulle piste affossate” di Marco Bova, talentuoso giornalista d’inchiesta trapanese. Per la sua opera prima in campo editoriale – seguito necessario a una consolidata esperienza da cronista, regista cinematografico e inviato in scenari di guerra – Bova affronta da una nuova prospettiva i 28 anni di latitanza del boss di Castelvetrano Messina Denaro.

Matteo Messina Denaro, ricercato dal 1993, ultimo dei boss protagonisti della stagione stragista di Cosa Nostra ancora a piede libero, è fra i latitanti più pericolosi al mondo. «Figlioccio» di Totò Riina e indiscusso leader della mafia trapanese, Messina Denaro pare un fantasma inafferrabile: in questi trent’anni, innumerevoli sono state le piste seguite, colossale lo sforzo profuso dallo Stato, mentre gli annunci di una cattura imminente continuano a susseguirsi. Speranze sempre frustrate.
In questo libro, Marco Bova percorre nei dettagli ogni tentativo, ogni strada sbagliata, ogni inciampo. E impietosamente mette in evidenza gli errori, le dispute e le gelosie interne, le interferenze, acronica mancanza di coordinamento e soprattutto i tentativi di affossare chi lavorava con impegno perl a cattura. Dall’altra parte emerge una mafia in evoluzione, anzi già trasformatasi in una Cosa Nuova: i legami con la massoneria e con i «salotti buoni», le infiltrazioni nel mondo dell’alta finanza, gli interessi internazionali. Matteo Messina Denaro, erede della mafia rozza e brutale dei corleonesi, è il simbolo di questa mutazione. Che lo Stato non riesce e a volte non vuole comprendere. Che lo Stato non sa o non vuole arrestare.

Diagolerà con l’autore la giornalista Ornella Fulco.

Vi aspettiamo sabato 18 dicembre 2021 ore 18.00.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. E’ necessario esibire il green pass.

Leggi le prime pagine

L’isola furba – Presentazione del libro di Fabrizio Fonte – Biblioteca Fardelliana, venerdì 10 dicembre

Venerdì 10 dicembre 2021 alle ore 17.30, presso la Sala Torre Arsa della Biblioteca Fardelliana, verrà presentato il volume «L’Isola furba – Indicazioni e controindicazioni sulla Sicilia» di Fabrizio Fonte.

Già a partire dal titolo si può, chiaramente, intuire il contenuto dell’intera opera, che affronta una delle problematiche, secondo l’Autore, più dirimente, ovvero la presenza di quei «centri decisionali del potere» (quasi sempre oltretutto connessi al malaffare mafioso) che hanno operato, ed operano ancora oggi, in maniera scientifica per tutelare interessi particolari a discapito di uno sviluppo diffuso tra la popolazione. Questa asfissiante presenza, quasi sempre silenziosa, è stata lungamente analizzata nel saggio sotto differenti punti di vista (storico, sociale, economico, etc..), per lanciare un messaggio innanzitutto alle nuove generazioni. In estrema sintesi l’eccessivo utilizzo, da parte dei «centri decisionali del potere», di questa presunta furbizia è stato alla fine piuttosto un danno che un vantaggio. Le nuove «classi dirigenti» devono, pertanto, saper porre in essere una rivoluzione culturale basata sul merito per rilanciare delle vere e concrete prospettive di sviluppo per la Sicilia. L’Isola, dai dati socio-economici, continua infatti a stazionare stabilmente tra le ultime regioni addirittura in tutta Europa. Conseguenza, evidentemente, anche di scelte politiche nazionali, che nel tempo hanno di fatto separato l’Italia in due macro-aree, specificatamente da un lato un «Settentrione» progredito sul piano industriale e dall’altro un «Mezzogiorno» che doveva fungere esclusivamente da mercato di consumo. Tuttavia il ragionamento sviluppato nel testo, nonostante la consapevolezza delle gravi problematiche in essere, è un invito a guardare positivamente anche ad un’altra Sicilia, ovvero quella dell’ingegno e della competenza che guarda al futuro mediante dei nuovi modelli di sviluppo. Quest’ultima riflessione, secondo Fabrizio Fonte, dovrebbe indurre i siciliani a considerare finito il tempo di essere eccessivamente, o in taluni casi esclusivamente, furbi, come sottolineava Gesualdo Bufalino in una delle sue cento definizioni della Sicilia, quanto piuttosto puntare su dei tangibili parametri di crescita da mettere finalmente a sistema.

L’evento culturale verrà preceduto dai saluti di Giacomo Tranchida (Sindaco di Trapani), Rosalia D’Alì (Assessore alla Cultura della Città di Trapani), Umberto Balistreri (Presidente ISSPE) e Nicola Lamia (Presidente AICS Trapani). A conversare con l’Autore sarà la giornalista Ornella Fulco.

Vi aspettiamo venerdì 10 dicembre ore 17.30.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. E’ necessario esibire il green pass.

Né luna né santi – Presentazione del libro di Santo Lombino – Biblioteca Fardelliana, giovedì 9 dicembre

Giovedì 9 dicembre 2021, alle ore 17.00 nella Sala Torre Arsa della Biblioteca Fardelliana, sarà presentato il libro “Né luna né santi” di Santo Lombino.

Docente di storia e filosofia, cultore di microstoria e saggista, l’autore supera brillantemente la prova di romanziere, anche se l’opera non è precisamente classificabile all’interno di questo genere letterario per il complesso ed originale impianto a metà tra un giallo e un memoriale, un saggio e un romanzo storico… un testo originale, un “cunto che può essere letto, detto e recitato” -come afferma Nicola Grato nella bella prefazione- scritto in modo sobrio, ricco di spunti e riferimenti alla realtà socio-economica ,politica e culturale della provincia siciliana di 100 anni fa , ricostruita sulla base dei ricordi personali e comunitari, dei racconti della tradizione orale e dei documenti d’archivio.

Né luna né santi offre uno spaccato significativo della Storia della Sicilia post-unitaria restituendoci, al contempo la voce e la vita di un paese siciliano datata cento anni fa, così diversa dalla nostra epoca… e fa di quelle strade e di quelle piazze un palcoscenico non finto ma vero di vita vissuta in cui sembra quasi di riconoscere , dare una fisionomia e un volto al modo di agire e di pensare degli abitanti- come dice Bernardo Puleio nella illuminante postfazione.

Vi aspettiamo giovedì 9 dicembre ore 17.30.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. E’ necessario esibire il green pass.

 

Mater Drepanorum – Mostra fotografica di Francesco Ferla – Museo San Rocco di Trapani, 4 dicembre 2021-9 gennaio 2022

Prende il via il prossimo 4 dicembre presso il Museo San Rocco di Trapani la mostra “Mater Drepanorum” con le meravigliose fotografie di Francesco Ferla, già ammirate in occasione della candidatura della Città a Capitale Italiana della Cultura. Uno splendido viaggio nella storia della nostra città in un museo affascinante nel pieno centro storico di Trapani, visitabile ogni venerdì, sabato e domenica dalle 17:00 alle 20:00 fino al 9 gennaio 2022.

Un viaggio tra le bellezze trapanesi, un lavoro fotografico alla ricerca di luoghi meno conosciuti, cappelle meno note, spazi barocchi di elevatissimo pregio, miracolosamente sopravvissuti ai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Un barocco legato al mare, al commercio dei marmi, secondo l’indole profonda di Trapani, città di mare. Mater Drepanorum, la Madonna simbolo di Trapani, città di mare, del blu e del rosso corallo, evocativa figura della maternità e della vita.

Omaggio a Nicola Badalucco – Sceneggiatore trapanese – 19 novembre 2021

Venerdì 19 novembre il Comune di Trapani in collaborazione con la Biblioteca Fardelliana renderà omaggio ad uno dei suoi figli più illustri: Nicola Badalucco, lo sceneggiatore che con la sua scrittura ha firmato i grandi capolavori del cinema del Novecento.
Alla 9:30 presso il Cine-Teatro “Ariston” sarà proiettato per le scuole il film “Bronte, cronaca di un massacro” di Florestano Vancini, versione restaurata a cura della Cineteca Nazionale, scritto da Nicola Badalucco e Leonardo Sciascia. Al termine, gli studenti incontreranno gli sceneggiatori Giuseppe Badalucco e Franca De Angelis, e l’attore Marcello Mazzarella.
Nel pomeriggio alle 18:00 alla Biblioteca Fardelliana di Trapani, dopo i saluti introduttivi del sindaco Giacomo Tranchida e dell’Assessore alla Cultura Rosalia d’Alì, amici, registi e sceneggiatori racconteranno Nicola Badalucco, la vita, l’etica, il metodo, le opere.
Parteciperanno al convegno i registi Vittorio Sindoni e Gianni Cardillo, gli sceneggiatori Doriana Leondoff, Franca De Angelis, Giuseppe Badalucco, l’attore Marcello Mazzarella, Nino Marino, saggista, Sergio Carta, presidente del circolo del Cinema di Trapani. Nel corso dell’incontro sarà presentato il libro “La Giostra”, il diario di quindici anni di vita trapanese fra ricordi, incontri ed emozioni, edito da Di Girolamo. Michele Fundarò leggerà alcuni passi del libro. Moderatore, lo scrittore Giacomo Pilati.
Nicola Badalucco, nato nel 1929, ha trascorso a Trapani l’infanzia e la prima giovinezza. È autore di straordinarie pagine della storia del cinema e della televisione. Solo per citarne alcune: per Luchino Visconti, Morte a Venezia, La caduta degli dei, con una nomination agli Oscar; per Carlo Lizzani, Roma bene, Maria Josè; per Mauro Bolognini, Libera,amore mio!, Gran Bollito, Mosca addio; per Damiano Damiani, La Piovra, Un uomo in ginocchio, Io ho paura; per Vittorio Sindoni, Il concorrente, Madre come te; per Giuliano Montaldo, L’Agnese va a morire, Gli occhiali d’oro;  per Alberto Negrin, Io e il Duce, Il segreto del Sahara, per Mario Monicelli, Rossini! Rossini!; per Florestano Vancini, Bronte: cronaca di un massacro.

 

 

Alla scoperta della cultura ebraica a Trapani tra il 14. e il 15. secolo – Mostra documentaria – Biblioteca Fardelliana, domenica 10 ottobre

La Biblioteca Fardelliana di Trapani aderisce alla “XXII Giornata Europea della Cultura Ebraica – Dialoghi”.

Domenica 10 ottobre 2021 la sala di lettura della Biblioteca ospiterà una mostra documentaria dal titolo “Alla scoperta della cultura ebraica a Trapani tra il XIV e il XV secolo”. Per la prima volta saranno esposte al pubblico delle antiche pergamene contenenti atti notarili che riguardano gli ebrei di Trapani, una comunità ben integrata nel tessuto sociale del territorio, particolarmente presente e attiva in vari settori dell’economia locale, dall’agricoltura all’artigianato, al commercio. Tra il XIV e il XV secolo, Trapani attraversa un periodo importante della sua storia, contrassegnato da prosperità economica e rinascita culturale, grazie anche al prezioso contributo della comunità ebraica.

Orari di apertura al pubblico: dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00.

L’ingesso è gratuito. E’ richiesto il Green Pass.